Le nuove composizioni del ristorante Momoyama in Borgo San Frediano cercavano più visibilità nel mare di sushi-bar di bassa qualità che vendono “all you can eat” a venti euro. Per questo abbiamo deciso di intervenire su due direttrici: un set in studio di food che connotasse la grande manualità dello chef e una gallery di interni per consolidare l’immagine di uno dei posti più esclusivi di Firenze. La scelta dello sfondo bianco nello still-life ci ha permesso di mantenere una cooerenza visiva con lo stile minimal della cucina, mentre gli impiattamenti delle prelibatezze molecolari della cucina hanno fatto tutto il resto. Buonappetito!